Seconda Divisione KO contro il Venturina

Volley Sei Rose Rosignano – Libertas Venturina 1-3 (25/14 23/25 23/25 12/25)

Altra serata storta per un Volley Sei Rose privo di tre titolari che, sebbene il grande impegno profuso da chi era in campo, non riesce a raccogliere punti nella sfida casalinga contro il Venturina.

Starting six con Fruini-Sardi sulla diagonale, Panattoni-Nocchi bande, Maggini-Chiellini centrali e Battini libero; inizio entusiasmante delle ragazze di Marco Bacci che giocano con determinazione mettendo in seria difficoltà le avversarie che dal canto loro sono molto fallose, la squadra di casa incamera subito diversi punti di vantaggio e li mantengono senza troppi patemi d’animo chiudendo sul 25/14.

Nel secondo set si riparte con la stessa formazione, ma il Venturina è più attento e si lotta punto a punto fino al termine quando la squadra ospite la spunta per un soffio.

Terzo set che ricalca il precedente, con le due formazioni che si affrontano alla pari; Bacci prova a scuotere la squadra anche inserendo Pieraccioni, il finale è incandescente e l’arbitro (sempre con decisioni discutibili) ci mette del suo non vedendo una clamorosa invasione aerea del Venturina che decide la frazione di gioco.

Al rientro in campo, sul secondo punto si infortuna Fruini ed allora le subentra la U16 Costantini che dà il massimo dell’impegno ma è ovviamente emozionata e la squadra ne risente un po’; il Sei Rose dopo aver perso due set al fotofinish sembra non avere più la grinta necessaria e sembra bloccato, il divario di punti diventa irrecuperabile e Bacci sul finire dà spazio anche alle altre due U16 Turini e Guelfi.

Adesso la situazione in classifica si è fatta veramente pesante, serve un cambio di rotta immediato andando a cercare punti sin dalla prossima gara casalinga con il Volley Etruschi Stagno, diretta concorrente nella zona bassa della classifica.

 

Formazione: Battini, Chiellini, Costantini, Fruini, Guelfi, Maggini, Nocchi, Panattoni, Pieraccioni, Sardi, Turini

Condividi se ti Piace
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •